MI AMI
MI AMI
MI AMI

Manifesto

 

Umano irrazionale,
magico animale.


Suoni, luce.
Attesa / allegria.
Voglie sconfinate
e necessità d'infinito.
Verso l’altro
più che il metaverso,
l'incontro è fisico
più che metafisico.
Metà umano,
metà animale.
Carnale ispirato dotato
avvinto e affamato.
Scambio di baci,
non di dati.
Nodi da sciogliere,
altri da fare.
Più complessi
dei nostri traumi,
delle derive narcisistiche
della scienza senza
mistero.
Secondo logica
di condivisione,
non di prestazione.
Risponde a esigenze,
non di business.
E’ festa!
Doverosissima festa!
Sacre e giuste
cattive abitudini.
Rivendico il nostro
diritto di infatuarsi
guardando le stelle.
Il poeta si ostina.
Di che colore è la felicità?

Edizioni precedenti:

2021 / 2020 / 2019 / 2018 / 2017 / 2016 / 2015 / 2014 / 2013 / 2012 / 2011 / 2010 / 2009 / 2008 / 2007 / 2006 / 2005

Ideazione e direzione:

Stefano Bottura, Carlo Pastore

Produzione

Carlotta Fiandaca, Nicolò Posenato, Irene Zamboni, Roberta Capelli, Federico Caon, Luca Bocchio, Claudia Leone, Federica Bassi, Chiara Gallerani, Vittoria Basile, Nahid Aliyari

Marketing e sponsorship

Leopoldo Bianchi

Ufficio stampa e social media

Delia Parodo, Luna Rotilio, Iara Heidempergher

Illustrazione:

Costanza Starrabba

Web e grafica

Giulio Pons, Giulia Cortinovis, Marco Previdi, Alex Carsetti