MI AMI 2020 - Costruiamo giorni migliori

 

 

GREEN
PARTNER
2020

Nonostante il proprio fabbisogno di energia, che cosa può fare un festival per l'ambiente? È una domanda che ci poniamo spesso, non solo di venerdi. Nel mondo lacerato dalla crisi climatica, dare risposte è difficile. Nella tempesta di annunci e blablabla, abbiamo deciso di fare qualcosa di piccolo e concreto. A supporto di una nuova (ma in fondo antica) idea di comunità.

Ogni nuovo albero è un incontro.
Ogni nuovo bacio è ossigeno.
Ogni nuovo festival è una foresta.

ramo MI AMI fiore MI AMI
alberi MI AMI

MI AMI festival green chart

RACCOLTA DIFFERENZIATA

INTRODUZIONE PLA

BICI E MOBILITY SHARING

SERVIZIO NAVETTA GRATUITO

PANNELLI FOTOVOLTAICI

CASETTA DELL’ACQUA

PLASTIC FREE

PIANTUMAZIONE

VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE

grafico MI AMI green

2006 2010 2011 2019 2020

2006

RACCOLTA DIFFERENZIATA

2010

BICI E MOBILITY SHARING

SERVIZIO NAVETTA GRATUITO

PANNELLI FOTOVOLTAICI

2011

INTRODUZIONE PLA

2019

CASETTA DELL’ACQUA

PLASTIC FREE

2020

PIANTUMAZIONE

VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE

NEL 2020 più piante e più frutti

albero MI AMI green

1. PIANTUMAZIONE

Secondo uno studio del Politecnico Federale di Zurigo, piantare nuove piante è il metodo più semplice ed efficace per combattere il cambiamento climatico. Le foreste assorbono grandi quantità di CO2 e il ripristino degli habitat naturali consentirebbe di raggiungere un terzo della quota di riduzione di gas serra necessaria per mantenere il riscaldamento del pianeta sotto i 1,5 gradi. Sul pianeta ci sarebbe spazio per 1.200 miliardi di nuovi alberi.
Non c'è tempo da perdere. Le piante necessitano di circa 30 anni di crescita affinché lo stoccaggio del carbonio raggiunga il suo pieno potenziale. E poi vuoi mettere la bellezza di infilare le mani nel terreno e vedere una cosa nuova crescere!

25 NOVEMBRE 2019

200
unità

Idroscalo

piantumazione MI AMI green

Salice rosso, Salice cinerino

1^ PIANTUMAZIONE

→ IDROSCALO

Abbiamo iniziato dalla nostra casa, l'Idroscalo di Milano. Accanto al lago, v'è questo posto segreto chiamato Il Laghetto delle Vergini, che è l'oasi di biodiversità del parco.
Grazie al nostro green partner Rilegno abbiamo fatto un regalo alla comunità e a tutti noi, piantando 200 piante: (salici rossi e salici cinerini). Una prima piantumazione simbolica: MI AMI è da sempre un'oasi di biodiversità della musica italiana, è l'inizio di un percorso.

→ RILEGNO

Siamo molto contenti di avere con noi Rilegno, il consorzio ambientale per il recupero e il riciclo degli imballaggi in legno. Il legno è l’unico materiale al mondo in grado di congelare la CO2 e Rilegno, grazie alla raccolta e riciclo del legno che opera su tutto il territorio nazionale, riesce ad evitare ogni anno che 1 milione di tonnellate di CO2 vengano immesse in atmosfera.

→ CASCINET

CasciNet sta avviando un progetto di agricoltura sociale sostenibile e innovativa, tra i quartieri Corvetto, Vigentino e Chiaravalle a Milano, adottando i principi dell’Agroforestazione Rigenerativa. Con questo metodo, le foreste vengono coltivate come agro-ecosistemi produttivi, seguendo le dinamiche della natura fornendo allo stesso tempo cibo, medicinali, legname, fibre e servizi ecosistemici come sequestro di carbonio, acqua pulita, aria pulita ecc.
Ci siamo subito innamorati di questo progetto e dei ragazzi di Cascinet e abbiamo deciso di affiancarli e sostenerli piantando 400 alberi da frutto (ciliegi, meli, peschi, prugneti) a inizio dicembre 2019.

albero MI AMI green

DICEMBRE 2019

400
unità

Parco Vettabbia

piantumazione MI AMI green

Meli, Ciliegi, Prugni, Peschi

2^ PIANTUMAZIONE

2. valutazione impatto ambientale

Abbiamo commissionato a INDACO2 l'elaborazione di un Life Cycle Inventory (inventario dettagliato che riguarda materiali utilizzati, energia consumata e distanza percorsa dai partecipanti per arrivare al festival) e l'elaborazione delle procedure di Life Cycle Assessment per il calcolo della carbon footprint (emissioni dirette e indirette di gas serra generate durante tutto il processo). I risultati verranno redatti in un report sintetico atteso nel 2020.

Plastic free

valutazione impatto ambientale MI AMI green
2019

Dapprima con l'introduzione dei bicchieri in PLA nel 2011 (bioplastica compostabile) e poi con la completa eliminazione di cannucce, bottigliette e ogni materiale in plastica monouso, possiamo dire che il MI AMI ha abbattuto la produzione di rifiuti plasticosi.

Casette dell’acqua

valutazione impatto ambientale MI AMI green
2019

Al MI AMI l'acqua è gratis. Avete letto bene: vi regaliamo l'acqua, perché l'acqua è un bene di tutti. Portandovi la vostra borraccia, potrete riempirla alla Casetta dell'Acqua installata in zona Palco Pertini. Grazie ai nostri fratelli di Circolo Magnolia e a GruppoCAP per essere da sempre in prima linea in questa battaglia.

impianto fotovoltaico

valutazione impatto ambientale MI AMI green
2010

Nel 2009 il Circolo Magnolia ha installato, in collaborazione con la Città Metropolitana, cento pannelli fotovoltaici da 200W ognuno con la capacità di produrre ogni anno 22.892,8 kW/h. Nel 2013 con la complicità di tre importanti istituti milanesi (Università degli Studi di Milano-Bicocca, Accademia di Belle Arti di Brera, Politecnico di Milano) è stato avviato il progetto di riqualificazione strutturale dell’edificio e per la salvaguardia dei consumi energetici.

navette gratuite

valutazione impatto ambientale MI AMI green
2010

Abbattere l'impatto del trasporto è sempre stata una priorità, così come ovviare ai deficit del trasporto pubblico. Dal 2010, offriamo a nostre spese un servizio navette gratuito che fa la spola dal centro città fino alla location del festival. Meno emissioni, meno sbatti per il parcheggio, più possibilità di conoscere l'amore della vostra vita nel tragitto.

Bici e mobility sharing

valutazione impatto ambientale MI AMI green
2010

"1 drink se vieni in bici". Semplice. Una campagna totalmente autofinanziata di sensibilizzazione all'utilizzo della bicicletta come mezzo per raggiungere il MI AMI. Inoltre, abbiamo da sempre stretto accordi di partnership con servizi di Car Sharing (Car2Go, 2014; BlaBlaCar, 2016; CityScoot, 2019).